La Grecia, culla della civiltà europea, è la destinazione perfetta sia per gli appassionati di siti archeologici, che per i frequentatori accaniti di spiagge. Abbiamo trascorso in tutto ben 17 giorni in Grecia, in cui abbiamo esplorato a fondo il Peloponneso e visitato anche qualche isola, come Idra o Santorini. Nel nostro itinerario di viaggio in Grecia, vedrete cosa fare e cosa vedere in Grecia; scoprirete quali città e siti archeologici abbiamo visitato, quali isole abbiamo scelto ecc. Per informazioni dettagliate riguardanti la preparazione del viaggio o i prezzi, non dimenticate di consultare le info utili sulla Grecia.

Ecco a voi il nostro itinerario in Grecia nel mese di settembre:


DistanzeTempo di Percorrenza
Salonicco-Vergina1 ora di auto
Vergina-Trikala2 ore e 30 min di auto
Trikala-Meteora30 min di auto
Meteore-Delfi3 ore di auto
Delfi-Olimpia3 ore e 15 min di auto
Olimpia-Modone2 ore e 30 min di auto
Modone-Mistra2 ore e 10 min di auto
Mistra-Gythio50 min di auto
Gythio-Grotte di Diros45 min di auto
Grotte Diros-Malvasia2 ore e 30 min di auto
Malvasia-Nauplia3 ore e 10 min di auto
Nauplia-Micene30 min di auto
Micene-Epidauro50 min di auto
Epidauro-Ermioni50 min di auto
Ermioni-Isola Idra30 min in traghetto
Ermioni-Corinto1 ora e 30 min di auto
Corinto-Atene1 ora e 10 min di auto
Atene (Rafina)- Marmari1 ora e 30 min in traghetto
Atene-Isola Santorini40 min. di volo
Isola Santorini-Atene (Pireo)8 ore in traghetto

1° giorno: Salonicco

Arrivo: aeroporto Makedonia; bus n.78 per arrivare in città; durata tragitto aeroporto-Salonicco: 45 min

Salonicco è una città moderna dove esistono ancora esemplari di arte romana e bizantina, come i bagni turchi o le mura. Avendo poco tempo a disposizione, abbiamo privilegiato una passeggiata sul lungomare e una visita alla Torre bianca. Molto interessante è la storia di questa torre, ridipinta di bianco per “rimediare” ai molteplici omicidi che la macchiarono nel IXX secolo.

La torre bianca sul lungomare di Salonicco
La torre bianca sul lungomare di Salonicco

Salonicco per noi è servita solo come base per raggiungere più facilmente il sito delle Meteore e scendere poi verso il Peloponneso.

2° giorno: Tombe di Agai

Raggiungiamo Vergina, dove visitiamo le famosissime tombe reali macedoni dette tombe di Agai, appartenenti al Patrimonio mondiale dell’Unesco. Quattro tombe, di cui una si dice appartenga a Filippo II (padre di Alessandro Magno), sono preservate in ottime condizioni in un museo con luce soffusa dall'atmosfera magica, scavato nel cuore della collina.

Informazioni
Prezzo biglietto tombe di Aigai: 12€ intero, 6€ ridotto, gratuito per studenti; durata visita tombe di Aigai : 2-3 ore.

NB: non si possono fare foto.

Dormiamo a Trikala, base per la nostra esplorazione delle Meteore.

3° giorno: Meteore

Monasterio di Meteora inerpicato sulle rocce con albero
Monastero di Meteora inerpicato sulle rocce
Rocce di Meteora
Vallata tra le rocce di Meteora

Le Meteore sono monasteri arroccati su alte montagne. Il paesaggio mozzafiato e la loro unicità le rendono una meta imprescindibile in un viaggio in Grecia. Tutti i monasteri più importanti sono facilmente accessibili in macchina; potrete parcheggiare poco sotto e continuare a piedi. In alternativa, potete partire dal villaggio di Kastraki per un bel trekking e raggiungere i monasteri a piedi.

Informazioni
Prezzo biglietto Meteore: 3€/monastero; durata visita Meteore (3 monasteri): 4-5 ore.

Partiamo poi alla volta di Delfi, dove trascorriamo la notte.

4° giorno: Delfi

Tempio di Apollo a Delfi colonne
Tempio di Apollo a Delfi
Vista del tempio di Apollo e delle colline rovine
Vista del tempio di Apollo e delle colline

Delfi, antico luogo di pellegrinaggio e santuario più importante della Grecia antica, sbalordisce con le sue mistiche rovine sovrastanti le colline. L’oracolo di Delfi predice già che vi innamorerete di questo bellissimo villaggio e del meraviglioso sito archeologico.

Informazioni
Prezzo biglietto Delfi: 9€ (ingresso al museo incluso); durata visita Delfi: 3,5/4 ore.

Nel pomeriggio ripartiamo con calma alla volta della città di Olimpia. Attraversando il ponte di Patrasso (Rion Antirion nome ufficiale) e sborsando 12 € di pedaggio, arriviamo infine nel Peloponneso.

Ponte Rio Antirion collega la Grecia continentale e il Peloponneso
Ponte Rio Antirion che collega la Grecia continentale e il Peloponneso

5° giorno: Olimpia e Modone

Olimpia

Sotto un sole cocente visitiamo questo enorme sito archeologico. Proprio qui sono nati gli omonimi giochi. Ma ad Olimpia sono stati battuti anche altri record non sportivi: all’interno del sito si celano infatti i resti del tempio che conteneva l’ormai scomparsa statua di Zeus considerata una delle 7 meraviglie del mondo.

Ginnasio nell'antico sito di Olimpia con reste di colonne
Ginnasio nell'antico sito di Olimpia
Stadio di Olimpia
Stadio di Olimpia

Informazioni
Prezzo biglietto Olimpia: 9€ con museo archeologico/ 6€ senza museo (museo consigliato!); durata visita Olimpia: 4-5 ore abbondanti.

Modone (Methoni)

Dopo Olimpia, sudati come se avessimo effettivamente corso una maratona, seguiamo tutta la costa fino ad arrivare a Modone (Methoni in greco): una città meno conosciuta e fuori dai sentieri battuti, un vero e proprio luogo idillico per rilassarsi.

Spiaggia di Modone con vista sulla fortezza
Spiaggia di Modone con vista sulla fortezza

6° giorno: Mistra

Secondo il nostro programma, avremmo dovuto procedere verso le grotte di Diros, ma imbocchiamo la strada sbagliata e quando ce ne rendiamo conto, stiamo già per arrivare a Mistra, in programma per il giorno successivo, e decidiamo di cogliere l’occasione per visitare subito il sito.

Il sito di Mistra è composto di due parti: la parte alta con i resti della fortezza e la città bassa con i monasteri, i palazzi ed i domicili. Il sito si estende su tutto il fianco della collina; occorre quindi organizzarsi bene per poterlo visitare tutto in una volta sola. Se avete un’auto, parcheggiate in cima alla collina e visitate la parte superiore del sito scendendo fino a metà della collina; riprendete poi l’auto e parcheggiate in fondo alla collina. Visitate poi la parte inferiore del sito.

Vista sulla città alta e sulla fortezza di Villehardouin a Mistra
Vista sulla città alta e sulla fortezza di Villehardouin a Mistra
Donne seduta sulle scale di un monastero in rovina a Mistra
Rovine di un monastero a Mistra

Informazioni
Prezzo biglietto Mistra: 5€ intero/ gratis per studenti; durata visita Mistra: circa 4 ore e mezzo.

Nonostante sapessimo che di Sparta antica non rimaneva praticamente nulla, siamo comunque voluti andare a dare un’occhiata, visto che dista solo 7 km da Mistra. Dell’antica gloria spartana rimangono solo i resti di un antico teatro e tante pietre numerate.

Rovine di Sparta
Rovine di Sparta

Ritorniamo quindi verso sud per avvicinarci alle grotte di Diros e passiamo la notte a Gythio, una frizzante cittadina di porto.

7° giorno: Grotte di Diros e Malvasia

Grotte di Diros

Abbiamo sicuramente vissuto un’esperienza magica alle grotte di Diros. Coccolati dal dondolio delle barchette e avvolti dal silenzio, ammiriamo le rocce che si specchiano vanitose nell’acqua.

Stalattiti nelle grotte di Diros sul fiume nell'acqua
Stalattiti nelle grotte di Diros
Formazioni rocciose colorate nelle grotte di Diros
Formazioni rocciose nelle grotte di Diros

Informazioni
Prezzo biglietto grotte di Diros: 13€ intero/ 8€ studenti; durata visita grotte di Diros: una mezz’ora circa.

Nonostante non si trovasse proprio sulla nostra strada, decidiamo di fare una deviazione ed andare a dare un’occhiata alla città di Malvasia.

Malvasia o Monemvasia

Malvasia, in greco Monemvasia, è un delizioso borgo medievale aggrappato ai pendii di un’enorme roccia. Affacciato sul mare aperto, questo borgo dà le spalle alla terraferma, celato e protetto dalla roccia.

La roccia di Malvasia
La roccia di Malvasia
I tetti di Malvasia
I tetti di Malvasia

La serata scorre troppo piacevolmente a Malvasia e ci attardiamo un po’. Vi consigliamo assolutamente di fare una piccola deviazione e di visitarla se avete tempo!

Risaliamo poi il Peloponneso e in 3 ore di macchina arriviamo alla città di Nauplia, prossima tappa sul nostro itinerario di viaggio in Grecia.

8° giorno: Nauplia, Micene e Teatro di Epidauro

Nauplia

Innumerevoli caffè e ristorantini rendono Nauplia perfetta per rilassarsi e per riprendere un po’ fiato dopo tutte le visite così stancanti ai siti archeologici. Imprescindibile passeggiare e perdersi per le vie del centro. Inoltre, Nauplia è la base perfetta per esplorare i siti archeologici presenti nei dintorni (Micene, Epidauro).

Mura del castello di Palamidi a Nauplia
Mura del castello di Palamidi a Nauplia
Una piazza di Nauplia
Una piazza di Nauplia

Micene

Micene è il sito archeologico più antico che abbiamo visitato durante il viaggio in Grecia. Anche se da fuori potrebbe sembrare una collinetta di rocce, al suo interno si celano misteri millenari che aspettano solo di essere esplorati.

Colline delle rovine di Micene
Rovine di Micene
Stele di tombe a Micene
Stele di tombe a Micene
Uomo dentro una tomba a tholos a Micene, un grande buco tondo
L'interno di una tomba a tholos a Micene

Informazioni
Prezzo biglietto Micene: 8€ intero/ studenti gratuito; durata visita Micene: 2/3 ore.

Teatro di Epidauro

Il teatro di Epidauro è il teatro meglio conservato di tutta la Grecia. Impressionante per la sua bellezza, la mano dell’uomo e la natura vi si mischiano armoniosamente; scegliete un posto, sedetevi e godetevi lo spettacolo delle colline che fanno da sfondo al teatro.

Teatro di Epidauro
Teatro di Epidauro

Informazioni
Prezzo biglietto teatro Epidauro: 6€ (con le rovine di Epidauro)/ gratis studenti; durata visita teatro Epidauro (senza rovine): 1 ora o meno.

Passiamo la notte nella città di Ermione da dove parte il traghetto per l’isola d’Idra.

9° giorno: Isola d’Idra

Idra è una minuscola isola veramente incantevole; allontanatevi velocemente dal porto pieno di turisti e perdetevi nelle sue viuzze tutte in salita. Fatevi una bella sudata per arrivare fino in cima per ammirare il panorama e poi rinfrescatevi nelle sue acque cristalline.

Porto dell'isola di Idra barche case
Porto dell'isola di Idra
Vista sul porto d'Idra case barche campanile
Vista sul porto d'Idra
Due asinelli con bouganvillea rosa al porto di Idra colorati
Due asinelli con bouganvillea al porto di Idra

Informazioni
Prezzo biglietto Idra andata e ritorno: 18€; durata viaggio traghetto Idra: 30 min.

Tornati verso le 17 sulla terraferma, recuperiamo la macchina e lentamente partiamo alla volta di Atene. Per spezzare tutte quelle ore di strada, ci fermiamo una notte a Corinto.

Corinto è meno turistica: la città nuova è visibilmente colpita dalla crisi. Solo una via del centro è piena di bar e ristorantini ed è alquanto difficile trovare un hotel economico, nonostante sia meno affollata di turisti rispetto alle altre città greche.

10° giorno: spostamento dal Peloponneso all’isola di Evia

Giornata piena di spostamenti: da Corinto ad Atene e da Atene al porto di Rafina. Per raggiungere il porto prendiamo il bus KTEL che parte da Pedion Areos, a qualche centinaio di metri dalla stazione della metro Victoria. Prendiamo poi un traghetto alla volta dell’isola di Eubea.

Informazioni
Prezzo biglietto Atene - porto di Rafina: 2,40€; durata tragitto Atene-Porto di Rafina: circa 70 minuti.

Prezzo biglietto traghetto Atene - Karystos (da porto Rafina a porto di Marmari): 9€; durata viaggio traghetto Atene - Karystos (da porto Rafina): 1 ora e 30 min.

11° giorno: Karystos (isola di Evia)

Due giorni di relax sulle favolose spiagge dell’Eubea, bella e selvaggia isola della Grecia.

Per gli amanti del trekking, non perdete l’occasione di camminare fino alle cave nei pressi di Karystos dove una volta venivano fabbricate le colonne per i templi greci e romani. La salita è dura, soprattutto sotto il sole, ma sarete ricompensati dalla vista dalle cave e potrete scattare foto bellissime con le colonne abbandonate sul fianco della collina.

Vista sulla baia di Karystos nell'isola di Evia dalle cave di marmo colonne inclinate
Vista sulla baia di Karystos nell'isola di Evia dalle cave di marmo
Marianna seduta sulle colonne di marmo intagliate nelle cave di Karystos sull'isola di Evia
Colonne di marmo intagliate nelle cave di Karystos sull'isola di Evia

12° giorno: isola di Evia e spostamento verso isola di Santorini

Dopo aver passato la giornata sulle spiagge rocciose dell’Eubea, troviamo dei voli last-minute per Santorini a prezzi ragionevoli e decidiamo di prendere l’ultimo aereo della giornata, che parte da Atene. Arriviamo verso le 22:30 a Santorini. A quell’ora i bus non circolano più all’aeroporto, quindi siamo costretti a prendere un taxi.

Informazioni
Prezzo taxi aeroporto - Fira Santorini (notturno): 15€; durata tragitto aeroporto - Fira Santorini: 15-20 minuti.
L’aeroporto è raggiungibile dal porto di Rafina tramite bus KTEL; prezzo biglietto porto-aeroporto: 3€; durata tragitto porto-aeroporto: 30 minuti.
Prezzo volo Atene - Santorini (Ryanair): 60€; durata volo Atene-Santorini: 40 minuti.

13° e 14° giorno: Santorini

A metà settembre Santorini è comunque piena di turisti. Per risparmiare un poco ed evitare la calca, optiamo per un hotel a Perissa, nella parte meridionale dell’isola. I prezzi sono comunque elevati, ma molto meno rispetto alla parte settentrionale dell’isola, in zone molto più turistiche come Fira o Oia.

Armati del fidato motorino preso a noleggio, visitiamo le famose spiagge di sabbia nera e rossa, scovando posti perfetti per degustare il vino di Santorini e ammiriamo fantastici panorami sulle scogliere e sulla caldera.

La spiaggia rossa a Santorini roccia vulcanica
La spiaggia rossa a Santorini
Il tramonto riflesso sulla città di Oia a Santorini case bianche mulini
Il tramonto riflesso sulla città di Oia a Santorini

Non trascurate il sito dell’antica Akrotiri, un’intera città sepolta dall’eruzione del vulcano del 1628 a.C. Case, strade, anfore, tutto è ancora visibile sotto strati di roccia vulcanica.

Informazioni
Prezzo biglietto Akrotiri Santorini: 5€; durata visita Akrotiri Santorini: 2 ore circa.

Degustazione di vini a Santorini
Degustazione di vini a Santorini

15° giorno: traghetto per ritorno a Atene

L’aereo per il ritorno è troppo caro ed optiamo per il traghetto per ritornare ad Atene. Il traghetto si ferma su molte isole greche, come Naxos e impiega circa 8 ore per arrivare al porto del Pireo. In alternativa, esiste un traghetto più veloce (5-6 ore), che però è anche più caro. Mettetevi in fila presto per assicurarvi un buon posto a sedere sui divanetti vista mare. Se avete uno zaino al posto del trolley, prendete le scale per salire più rapidamente fino ai divanetti! Infine, fatevi una bella dormita cullati dalle onde…

Informazioni
Prezzo biglietto traghetto Santorini - Atene (porto Pireo): 39,50€; durata traghetto Santorini - Atene: 8 ore circa.

16° giorno: Atene

Avendo perso un pomeriggio intero in traghetto, abbiamo voluto approfittare al meglio del nostro unico giorno ad Atene.

Chiaramente abbiamo cominciato la giornata visitando la famosi Acropoli. È un sito magnifico pieno di misticismo e mitologia, che i restauratori ed archeologi stanno riportando all’antica gloria. Decidiamo di visitare anche il museo dell’Acropoli, ricco di spiegazioni e di reperti originali ritrovati nel sito.

Informazioni
Prezzo biglietto Acropoli: 12€ (consigliamo di prenotare i biglietti su internet per evitare la coda); durata visita Acropoli: 3 ore (+ 2 minimo per museo).

Metope del frontone est del Partenone nell'Acropoli
Metope del frontone est del Partenone nell'Acropoli
Vista del tempio di Eretteo sull'Acropoli di Atene con il porticato con le cariatidi
Vista del tempio di Eretteo sull'Acropoli di Atene

Sotto lo sguardo vigilante dell’Acropoli, l’Agora di Atene offre delle belle sorprese, come l’Hepaisteion, il tempio dorico meglio conservato in Grecia.

Informazioni
Prezzo biglietto Agora di Atene: 4€, gratis con biglietto Acropoli; durata visita Agora di Atene: 2 ore circa.

Per coronare il nostro viaggio nel mondo ellenico, visitiamo il museo archeologico di Atene. Visitarlo alla fine del viaggio dopo aver visto in prima persona tutti i luoghi menzionati nel museo, ci ha sicuramente permesso di apprezzarlo a pieno. Abbiamo fatto un piccolo “riassunto” finale del viaggio e ci siamo resi conto di quanto effettivamente avevamo visto.

Informazioni
Prezzo biglietto museo archeologico di Atene: 7€ intero/ studenti gratis; durata visita museo archeologico di Atene: 4 ore circa (facendo abbastanza veloce).

17° giorno: ritorno a casa

L’aeroporto è raggiungibile con la metropolitana e con la navetta durante il giorno. Se partite di notte, dovete prendere il bus X95 che parte da piazza Syntagma. Prezzo bus Atene - aeroporto: 5€; durata tragitto Atene-aeroporto: 50 minuti.

Ed eccoci alla fine del nostro itinerario di viaggio in Grecia. Speriamo di avervi dato qualche consiglio e spunto utile per il vostro prossimo viaggio in Grecia. Non dimenticate di mangiare tanto delizioso cibo greco, una delle prime cose da fare in Grecia!

Top e flop della Grecia

Top
Meteore
Delfi
Modone
Isola d’Idra
Isola di Santorini

Flop
Tempo insufficiente ad Atene
Corinto (città nuova)
Rapporto qualità/prezzo di Trikala

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami