Organizzazione del viaggio

Il Perù è stato il primo paese del Sudamerica che abbiamo visitato. Abbiamo trascorso circa due settimane in Perù a metà novembre e abbiamo impostato il nostro itinerario basandoci sul poco tempo che avevamo a disposizione. Fin da subito abbiamo dovuto abbandonare l’idea di visitare la foresta amazzonica e tutta la zona nord del paese; chissà magari un giorno torneremo!

Appena fissato l’aereo, abbiamo subito controllato le date dell’Inca Trail; abbiamo infatti scoperto che nell’obiettivo di preservare il sentiero, il governo peruviano ha limitato l’ingresso a 500 persone al giorno, compreso il personale delle agenzie. Ciò significa che esiste un numero limitato di posti, che va a ruba addirittura 5-6 mesi prima in alta stagione. Dato che noi siamo andati in Perù in stagione medio - bassa, siamo riusciti a trovare dei posti un mesetto prima di partire e dei ragazzi nel nostro gruppo hanno trovato dei posti addirittura solo con un paio di settimane in anticipo. Prima di organizzare il vostro viaggio di due settimane in Perù, tenete a mente che l’Inca Trail è chiuso per manutenzione a febbraio (il mese con le piogge più forti). Potete consultare la disponibilità dei posti sul sito del governo peruviano dedicato all’Inca Trail.

È il momento poi di dedicarsi alla scelta dell’agenzia con cui fare il trekking. Questa è stata sicuramente la parte organizzativa più difficile, anche perché questo trekking è molto dispendioso e volevamo evitare a tutti costi di incappare in brutte sorprese. Noi abbiamo proceduto controllando i siti delle agenzie indicate sulla guida Lonely Planet e sui vari blog, cercando delle agenzie conosciute, ecosostenibili e rispettose del personale e chiaramente non eccessivamente costose, controllando al contempo anche le recensioni online. Alla fine abbiamo scelto Alpaca Expeditions, un’agenzia molto nota con un sacco di recensioni positive che offre un prezzo medio con il trasporto dei bagagli incluso. Quest’agenzia ha anche elencato sul proprio sito tutta una serie di iniziative di supporto alle comunità locali e alle donne. Infatti, è importante sapere che nonostante Machu Picchu sia uno dei siti archeologici più visitati al mondo, i profitti derivanti dal turismo non sono equamente distribuiti nella regione, che resta una delle più povere del Perù. Molti giovani delle comunità montane locali vanno a lavorare nelle agenzie come porters, ossia coloro che portano zaini e materiale occorrente lungo il cammino, dove gli animali, come i muli, non sono ammessi. Il trattamento di queste persone è stato per molto tempo paragonabile ad una forma di sfruttamento e, anche se la situazione è nettamente migliorata e questo lavoro è stato disciplinato dal governo, resta un aspetto da tenere in considerazione prima di prenotare con un’agenzia, controllando le recensioni dei turisti a tale proposito.

Una volta prenotato l’Inca Trail, abbiamo plasmato il resto del viaggio intorno a queste date. Il nostro itinerario ha seguito anche un graduale aumento dell’altitudine: da Lima sul livello del mare, ad Arequipa (2.335 m) e al Canyon del Colca (3.650 m), fino a Cuzco (3.400 m) e al picco massimo dell’Inca Trail (4.200 m). Questo ci ha permesso di acclimatarci pian piano all’altitudine e di affrontare l’Inca Trail senza problemi. Ricordatevi di trascorrere almeno 2-3 giorni nella zona di Cuzco prima di partire per il cammino, per lasciare che il vostro corpo si abitui, e bevete tanto tè alla coca!

Se volete qualche spunto per l’itinerario di viaggio in Perù, perché non dare un’occhiata alle nostre tappe di viaggio in Perù?

Quando visitare il Perù

GenFebMarAprMagGiuLugAgoSettOttNovDic

Siamo andati in Perù nelle due settimane centrali del mese di novembre, nella stagione intermedia. Il tempo è stato piuttosto bello in generale, con qualche giorno di pioggia a Cuzco e nella seconda giornata dell’Inca Trail. Ricordatevi di portare poncho e pantaloni da pioggia. In altitudine, soprattutto a Cuzco, il tempo è molto cangiante; il sole batte molto forte ad altitudine elevata, ma appena escono le nuvole fa subito freddo. Il nostro consiglio è quindi quello di vestirvi a cipolla. Non scordatevi di applicare sempre la crema solare, perché essendo ad altitudine elevata, siete più esposti alle radiazioni solari. Abbiamo visto dei turisti decisamente scottati! Se decidete di fare l’Inca Trail o qualunque altro sentiero di montagna, portate con voi indumenti molto caldi, perché la notte la temperatura scende molto!

L’Inca Trail sotto la pioggia
L’Inca Trail sotto la pioggia

Visa

Il Perù offre un visto gratuito di 90 giorni, ottenibile all’aeroporto con un passaporto di validità superiore ai 6 mesi.

Per ulteriori informazioni sui documenti necessari e su accorgimenti vari, visitate il sito della Farnesina “Viaggiare sicuri”.

Vaccini

Per viaggiare in Perù si consiglia la somministrazione dei vaccini contro l’epatite A e B e la febbre gialla, nel caso in cui visitaste l’Amazzonia. Bere l’acqua del rubinetto è sconsigliato. L’uso di plastica monouso è vietato in alcune zone archeologiche, tra cui Machu Picchu, quindi è opportuno portare una borraccia che riempirete con acqua bollita che vi darà l’agenzia durante il trekking. Detto questo abbiamo visto molte persone riempire delle bottiglie di plastica senza nessun problema.

Budget

Il budget per un viaggio in Perù cambia in modo significativo se decidete di percorrere l’Inca Trail. Infatti, questo trekking di 4 giorni per Machu Picchu costa in media 690-700 $ (mance escluse); da quanto abbiamo visto sui siti di agenzie varie, altri trekking simili nelle vicinanze di Machu Picchu, di cui il più famoso è sicuramente il Saltankay trek, costano sui 300-400 $. Per questo abbiamo deciso di proporre due budget distinti (uno include l’Inca Trail e uno no), in modo che possiate regolarvi a seconda di quello che intendete fare in Perù.

Budget viaggio in Perù 15 giorni per persona con Inca Trail (voli non inclusi): 6830,5 soles (±1897€) 🡪 455,4 soles (±126,5€) / giorno.*
Budget viaggio in Perù 15 giorni per persona senza Inca Trail (voli non inclusi): 2961,5 soles (±822,6€) 🡪 197,4 soles (±54,8€) / giorno.

Budget aereo Milano-Lima andata e ritorno: 615€
Budget aereo Cuzco-Lima solo andata: 54€

*Tasso di cambio durante il nostro viaggio in Perù nel novembre 2019: 1€ = 3,6 soles.

Ripartizione spese

Costo totale per persona di:

  • Alloggio: 507,5 soles (±141€) 🡪 33,8 soles (±9,4€) / giorno
  • Vitto: 1106 soles (±307,2€) 🡪73,7 soles (±20,5€) / giorno (inclusa spesa e acqua)
  • Visite e monumenti: 421 soles (±117€) 🡪 28 soles (±7,7€) / giorno escluso Inca Trail; 3870 soles (± 1075€) con Inca Trail, mance incluse
  • Varie: 402 soles (±111,7€) 🡪 26,8 soles (±7,4€) / giorno (lavatrici, medicinali, souvenir ecc.)
  • Trasporto: 525 soles (±145,8€) 🡪 35 soles (9,7€) / giorno (spostamenti in bus e taxi, aerei non inclusi, vedere sopra).
budget itinerario 2 settimane perù

Alloggio

Durante il nostro viaggio in Perù abbiamo scelto prevalentemente hotel o ostelli economici. Per la città di Lima o Cuzco abbiamo prenotato con un po’ di anticipo, visto che si tratta di zone molto affollate; l’hotel di Arequipa invece l’abbiamo prenotato il giorno stesso del nostro arrivo. I prezzi dell’alloggio a Lima e Cuzco sono superiori rispetto a quelli di Arequipa.

A Lima abbiamo soggiornato in un B&B famigliare nel quartiere di Miraflores, che è il quartiere più turistico e sicuro della capitale. Ad Arequipa e Cuzco abbiamo spesso soggiornato nei pressi del centro città; la piazza principale delle città peruviane si chiama sempre Plaza de Armas. Negli hotel vi verranno spesso offerti vari servizi, come il servizio di taxi e tour della città o regione. Troverete anche molte agenzie vicino alla Plaza de Armas, che verranno a prendervi all’hotel la mattina del vostro tour. Gli alloggi costano intorno ai 13-18 € a notte; per dare un budget più veritiero, abbiamo diviso la spesa totale degli hotel per 10, invece che per 15 giorni, perché abbiamo trascorso 5 notti fuori durante i trekking, il cui prezzo era compreso nel prezzo totale del trekking.

NB - Ricordate che noi siamo partiti nel mese di novembre durante la stagione medio-bassa; la situazione cambia sicuramente se partite nei mesi estivi.

Tenda con vista sulle montagne nel 2° giorno inca trail
Il nostro hotel durante l’Inca Trail

Prezzo medio hotel / persona: 50,75 soles (±14€)

Vitto

Lechón e rocoto relleno in secondo piano
Lechón e rocoto relleno in secondo piano

Le specialità culinarie non mancano sicuramente in Perù. Partendo da una delle specialità più strane, menzioniamo il cuy, il porcellino d’india, consumato durante le festività, che non abbiamo assaggiato perché è molto caro e poco invitante (intorno agli 80 soles, 22€ per… un porcellino d’india arrostito su uno stecchino). Un’altra specialità è il ceviche, fatto a base di frutti di mare al limone con cipolle e peperoncino. Abbiamo assaggiato il rocoto relleno, un peperone farcito di carne e formaggio, il chiccharón, maiale fritto, e il lechón, il maialino. Altre specialità sono le papas, le varietà autoctone di patate, le innumerevoli varietà di mais (troverete infatti tanti banchetti che vendono popcorn per un sol), la quinoa e la plata (l’avocado), tutti prodotti originari del Perù.

Tipi di mais colorato
Alcune specialità di mais al mercato di Cuzco

Con il mais vengono fatte anche delle bevande dal nome di chicha, una specie di birra al mais dal sapore dolce, che può essere bianca o viola a seconda del tipo di mais utilizzato. Un’altra bevanda estremamente popolare è il pisco sour, fatto con il pisco, una specie di brandy di uva, con lime e zucchero. E non dimenticatevi del tè con le foglie di coca o del tè alla muña, una menta peruviana, che vi aiuteranno a combattere l’altitudine.

Pisco sour
Il pisco sour
Il tè alla foglie di coca
Il tè alla foglie di coca

Infine, abbiamo anche assaggiato la carne di alpaca, che secondo noi sa un po’ di agnello.

Abbiamo notato che esistono due tipi di ristorante: uno più economico che offre un menù fisso e uno più caro che offre versioni rivisitate della cucina peruviana. Nel primo caso, si tratta di piccoli ristoranti con menù fissi da 9 a 15 soles, che includono caldo de gallina (un brodo di gallino), un piatto principale, un dessert e una bevanda come la chicha. Offrono pietanze abbondanti e piatti semplici ma buoni, per prezzi veramente imbattibili.

Zuppa con quinoa e pollo
Una minestra

Poi esistono ristoranti più chic dai prezzi più “europei” che offrono piatti moderni e succulenti: vi possiamo suggerire il ristorante Zig Zag ad Arequipa e il ristorante Chicha a Cuzco.

Piatti più sofisticati nei ristoranti più “in”
Piatti più sofisticati nei ristoranti più “in”

I prezzi sono gonfiati al massimo nei luoghi ultra turistici come Aguas Calientes, nei pressi di Machu Picchu.

Prezzo medio ristorante / persona (bevande incluse): 75,7 soles (±21€)
Prezzo medio ristorante basico/ persona (bevande incluse): 25 soles (±6,9€)
Prezzo medio ristorante chic/persona (bevande incluse): 118 soles (32€)

Trasporto

Florian su un bus di Oltursa
Florian testa i sedili di Oltursa

Per i grandi spostamenti tra le città abbiamo viaggiato su bus notturni. Da Lima ad Arequipa abbiamo scelto la compagnia Oltursa e abbiamo prenotato online. Abbiamo viaggiato in prima classe con sedili reclinabili a 180° e ci hanno fornito la cena e la colazione. Davanti ai sedili c’è uno schermo con una selezione di film. Il biglietto costava 158 soles (43,8€) e il tragitto è durato 17 ore.

La cena nel bus Oltursa
La cena nel bus Oltursa

Per il tragitto da Arequipa a Cuzco, abbiamo scelto la compagnia Cruz del Sur, che abbiamo trovato meno confortevole rispetto alla prima. La cena consisteva solo in un misero panino ed i sedili erano meno comodi, ma in generale ci siamo trovati abbastanza bene. Abbiamo pagato 142,5 soles (39,5€) per un tragitto di 10 ore.

Per il tragitto da Cuzco a Lima abbiamo viaggiato in aereo con la compagnia Avianca. Avevamo letto delle recensioni pessime su altre compagnie che offrivano prezzi più economici per la stessa tratta, ma noi non abbiamo avuto nessun problema con Avianca. Abbiamo notato peraltro che il prezzo dei voli sul sito in lingua inglese era più elevati rispetto al sito in lingua spagnola; non sappiamo se è stato un caso, ma vale la pena controllare. Abbiamo pagato 54€ ciascuno per un volo di 1:30.

Per tutti gli spostamenti lunghi in città, abbiamo sempre usato i taxi. Una corsa media dalla stazione dei bus al centro città costa sui 8-10 soles e i tassisti di norma non gonfiano troppo i prezzi delle corse per i turisti e sono molto amichevoli. State attenti a quale taxi prendete; prendete solo i taxi ufficiali con i numeri di targa dipinti sulle portiere e sui lati del veicolo. Per evitare problemi, prenotate un taxi con il vostro hotel da e per l’aeroporto di Lima.

Sicurezza

In Perù, come in molti paesi del Sudamerica, ci sono delle zone da evitare; controllate sulle guide o chiedete alla gente del posto. Evitate la zona dell’aeroporto di Lima. Fate attenzione ai taxi: come abbiamo menzionato nel paragrafo precedente, scegliete solo taxi ufficiali con il numero di targa dipinto sulle portiere. Non ostentate borse o macchine fotografiche quando camminate di sera.
I peruviani che abbiamo incontrato sono stati tutti adorabili ed estremamente amichevoli, pronti ad aiutarci in ogni caso. L’unico problema che abbiamo avuto è stato con una lavanderia a Cuzco, in cui hanno perso alcuni dei nostri indumenti; abbiamo dovuto litigare un po’ per farci ridare i soldi del lavaggio e un rimborso parziale dei vestiti andati persi.

CONSIGLI UTILI PER ATM, CAMBIO SOLDI

Molte banche applicano commissioni molti alte per ritirare soldi. Secondo la nostra guida il Banco de la Nación era l’unico che non applicava una commissione, ma molte carte estere (tra cui la nostra) non vi funzionano. Avevamo letto che alla banca BCP si poteva ritirare una prima volta senza commissione; in realtà siamo sempre riusciti a ritirare senza pagare nessuna commissione per un massimo di 700 soles (195€) per volta. Abbiamo cambiato i soldi a Lima in un’agenzia nel quartiere di Miraflores, nel viale José Larco, in cui applicavano un tasso di cambio corretto senza commissioni.

SUGGERIMENTI PER SOUVENIR

Lanciatevi nei mercati di Arequipa e Cuzco per comprare un maglioncino tipico peruviano; vi diranno che è fatto di lana di alpaca, ma può darsi che sia un misto tra lana di alpaca e materiale sintetico. Il segreto sta nel tatto; al tatto infatti i maglioni di lana di alpaca dovrebbero risultare freddi. Se siete coraggiosi, comprate una sciarpa di lana di alpaca bebè in un mercato oppure in un negozio, dove però la pagherete molto cara. Ci hanno detto che la città di Chincheros è il posto ideale per comprare indumenti di lana di alpaca, ma per noi purtroppo era troppo tardi. Infine, il Perù produce anche il tessuto più pregiato al mondo: la lana di vigogna, un minuscolo camelide selvaggio il cui prezzo è estremamente caro.

I maglioncini peruviani
I maglioncini peruviani

Ecco a voi tutti i consigli utili per un viaggio in Perù. Vi auguriamo un buon viaggio!

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

  Subscribe  
Notificami